Anni fa abbiamo illustrato le differenze tra pansessuale e bisessuale, e una serie di altri orientamenti specifici.

Oggi serve un aggiornamento, perché sono cambiate davvero tante cose.

Molte persone pensano che questi due termini si sovrappongano interamente e non siano necessarie differenze. In realtà molte persone si definiscono sia bi che pan, ed alcune preferiscono “bi” per motivi politici: il rifiuto di chi pensa che “bi” sia un orientamento transescludente.

Cosa significa bisessuale

Bisessuale è chi prova attrazione per “due o più generi“. Oltre alla bisessualità canonica (provare attrazione per il genere femminile e per quello maschile), ci sono persone bisessuali attratte da donne e dal genere non binario, e persone bisessuali attratte da uomini e dal genere non binario.
Le persone bisessuali non amano molto “bisex”, usato nel mondo del dating sessuale e del porno.

Attenzione agli etero infiltrati e al binarismo/biologismo

Chiaramente, quando parliamo di uomini, donne, non binary, intendiamo persone sia amab che afab, sia xx che xy, quindi non si deve pensare a persone che si definiscono bisessuali ma sono solo “a caccia di corpi femminili” (i cosiddetti “morti di figa” di cui abbiamo già parlato), né dobbiamo pensare che la persona bisessuale attratta da uomini e da donne scelga solo uomini e donne cis.

Cosa significa pansessuale

La persona pansessuale è quella attratta indipendentemente dal genere.
Ci sono lievi sfumature con polisessuale (persona attratta da più generi, ma non da tutti) ed omnisessuale (persona attratta da tutti i generi).
E’ chiaro che “indipendentemente” lasci pensare che i generi siano potenzialmente “tutti”.
Questo orientamento non va pensato come più transincludente o non binary-includente rispetto alla bisessualità

 

Qui trovi degli approfondimenti sugli orientamenti romantici, su omoflessibilità ed eteroflessibilità, sulla panfobia, e le bandiere

 

bandiera polisessuale
bandiera polisessuale
bandiera-omnisessuale
bandiera omnisessuale