Divertente vignetta sul “benaltrismo” delle comunità e dei partiti