Sotto il nome di “Coordinamento Attivisti Transgender Lombardia” si riuniscono attivisti transgender storici e/o il cui impegno abbia avuto un significativo riconoscimento, nel corso degli anni, all’interno della comunità T* e LGBT, impegnati nella difesa e nella promozione del diritto all’identità personale delle persone transgender – medicalizzate e non medicalizzate – a Milano e in Lombardia.

 

approvata

 

Il “Coordinamento Attivisti Transgender Lombardia” è apartitico e si costituisce come realtà di pensiero ed elaborazione politica e culturale indipendente da associazioni e professionisti che si relazionano alla comunità transgender.
Il “Coordinamento Attivisti Transgender Lombardia” non ha scopo di lucro e si basa sul lavoro di persone che scelgono di contribuirvi a titolo volontaristico.

 

L’obiettivo della piena agibilità al diritto all’identità personale è il faro a cui tende il lavoro del “Coordinamento Attivisti Transgender Lombardia” , comprendendo:

1) le iniziative e i servizi orientati alla tutela di un diritto alla salute che passa dall’accesso ai percorsi medicalizzati di transizione e riattribuzione di genere, per quelle persone transgender che li scelgano, in attuazione della legge 164/82;

2) le iniziative di contrasto al fenomeno della transfobia, attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, la denuncia e la segnalazione di prassi transfobiche e di episodi di transfobia messi in atto da istituzioni, enti, associazioni e cittadini;

3) le iniziative di sensibilizzazione e informazione rivolte al mondo del lavoro;

4) le iniziative volte a produrre una cultura non soltanto rispettosa delle persone transgender, ma inclusiva delle loro peculiarità e differenze;

5) le iniziative politiche volte all’ottenimento di un corpus di leggi che, tenendo in buon conto i cambiamenti intervenuti nella società italiana a diversi decenni dall’approvazione della legge attualmente in vigore, sia in grado di garantire la piena cittadinanza delle persone transgender nella società civile italiana.

 

Gli attivisti si riuniscono nel “Coordinamento Attivisti Transgender Lombardia” riconoscendolo come un momento di confronto, stimolo, collaborazione e informazione, a livello politico, sociale e culturale senza scopo di lucro con i seguenti obiettivi:

– favorire e promuovere incontri, iniziative, programmi congiunti fra tutte le attività che si prestano a creare e rafforzare politiche di diritti per le persone transgender e azioni contro le discriminazioni basate sull’identità di genere;

– essere uno strumento di conoscenza e di dialogo delle realtà transgender e delle sue diverse forme di auto-organizzazione sul territorio di Milano e lombardo per la società, gli enti e le istituzioni pubbliche.

 

Fanno parte del Coordinamento Attivisti Transgender Lombardia:

1. Antonia Attivista per i diritti delle persone transgender, educatrice e consulente peer to peer, e
2. Avv. Gianmarco
3. Monica Attivista per i diritti delle persone transgender e autrice di libri dedicati alla realtà T*.
4. Laura Caruso
5. Nathan, autore di Progetto GenderQueer
6. Gabriele