Gentili amici.
Come sapete in Italia esiste il matrimonio etero e nessun tipo di unione civile
nè per etero nè per gay.

Infiniti sono i mix esistenti in altri stati:
1) matrimoni etero e gay
2) matrimonio etero e unioni civili per etero e gay
3) matrimonio etero e unioni civili gay
4) solo matrimonio etero

Anche le persone transgender hanno relazioni: relazioni con persone che legalmente sono uomini, che legalmente sono donne,
e magari alcune, o molte, di loro vorrebbero sposarsi.

Piccolo glossario:
Uomo transgender = Ftm = da femmina a maschio (il trans)
Donna transgender = Mtf =da maschio a femmina (la trans)

Espongo i casi possibili, mettendo il corrispettivo speculare

1) donna transgender non legalmente rettificata (legalmente maschio) + uomo biologico o transgender rettificato  (legalmente maschio)
legalmente è un’unione “luixlui”
in Italia queste due persone non possono sposarsi o fare unioni civili…
se fosse possibile sarebbero sposate come due uomini, a meno che il celebrante
non decidesse di usare il nome “non anagrafico” (d’elezione) per la donna transgender,
ma sarebbe solo un’accorgimento per non rovinare la cerimonia.

2) donna transgender legalmente rettificata + uomo biologico o transgender rettificato  (legalmente maschio)
risultano una coppia etero anche per lo stato, quindi possono sposarsi in Comune.

3) donna transgender non legalmente rettificata (legalmente maschio) + donna biologica o transgender rettificata  (legalmente femmina)
Nonostante di fatto sia una coppia lesbica, legalmente sono di genere opposto e quindi possono sposarsi “come coppia etero”, a meno che il celebrante
non decidesse di usare il nome “non anagrafico” (d’elezione) per la donna transgender, ma sarebbe solo un’accorgimento per non rovinare la cerimonia.

4) donna transgender legalmente rettificata + donna biologica o transgender rettificata  (legalmente femmina)
Legalmente sono una coppia lesbica.
Non possono sposarsi, ma se ci fossero le unioni civili o i matrimoni omosessuali, si sposerebbero come coppia lesbica.

SPECULARE DEL CASO 1: uomo transgender non legalmente rettificato + donna biologica o transgender rettificata
SPECULARE DEL CASO 2: uomo transgender legalmente rettificato + donna biologica o transgender rettificata
SPECULARE DEL CASO 3: uomo transgender non legalmente rettificato + uomo biologico o transgender rettificato
SPECULARE DEL CASO 4: uomo transgender legalmente rettificato + uomo biologico o transgender rettificato

Ovviamente ci sono poi le coppie di persone entrambe transgender ed entrambe non rettificate 😀

Ci sono quindi varie problematiche:
– quando le persone risultano dello stesso genere per la legge italiana, esse non possono sposarsi
– quando risultano di genere opposto per la legge, ma sono in realtà dello stesso genere, allora ci si puo’ sposare, al prezzo di mortificare la propria identità di genere
– rinuncia alla rettifica per potersi sposare o salvare un matrimonio che, anche se i partner sono consenzienti, verrebbe eliminato
– paradosso: il diritto di sposarsi si perde e si ottiene se si cambia sesso legalmente…

Come mai il tema del matrimonio per la persona transgender è così poco discusso?
Credo che uno dei motivi sia il fatto che, per paura del bigottismo dei legislatori, questa sia una tematica che scoraggi e possa essere un deterrente ai diritti dei cisgender (non transgender).
Nonostante questo, per persone transgender che amano il proprio compagno o compagna sono tanti, e vorrebbero farlo senza mortificare la propria identità di genere.

Qualcuno potrebbe rispondere che servirebbe più che altro una migliore legge sui transgender, ma è anche vero che se esistesse il matrimonio “neutro”, e uguale per tutte le combinazioni di individui, molti di questi problemi non esisterebbero.

 

Nath