Cartoni animati censurati in Italia, anime censurati

La censura tra le righe: i cartoni animati giapponesi, detti anche anime, e spesso ricavati da manga (fumetti giapponesi) sono famosi in tutto il mondo per la loro qualità e per la varietà di generi che offrono. Dai più classici, come Dragon Ball e Naruto, ai più moderni, come Attack on Titan e One Piece, ce n’è davvero per tutti i gusti.
Tuttavia, in alcuni paesi sono stati subissati da una vera e propria censura. Vediamo insieme i motivi.

Censura cartoni animati e anime giapponesi: perché

I cartoni animati giapponesi sono tra i più famosi e apprezzati al mondo, ma purtroppo anche tra quelli più censurati. La ragione di questa censura è spesso dovuta al contenuto violento o sessualmente esplicito dei cartoni animati, che viene modificato o rimosso prima che possano essere trasmessi in altri Paesi. A volte, però, ad essere censurata è solo la libera espressione di identità LGBT.

cartoni animati giapponesi censurati

Cartoni censurati: il Giappone, gli anni Ottanta e Mediaset

Il paese del Sol Levante è uno dei più famosi al mondo per la produzione di cartoni animati. Molti di questi, pur essendo molto popolari, sono stati censurati, persino in Patria a causa di contenuti considerati troppo violenti. In effetti, alcune scene di violenza possono essere considerate troppo forti anche per un pubblico adulto, figurarsi per un bambino. Invece, c’è una censura tutta europea, o meglio Italiana, che è avvenuta soprattutto negli anni Ottanta e Novanta da parte di Mediaset, con veri e propri taglia e incolla di scene, rese “coerenti” in modo rocambolesco dall’atteggiamento al doppiaggio e da sigle pacchiane.

I cartoni animati giapponesi e personaggi censurati : Moige ed LGBT

I cartoni animati giapponesi sono spesso oggetto di censura, ma chi è dietro a questa manovra? Si tratta del Moige, un movimento di genitori che pensano che le scene violente o i contenuti sessuali possano essere dannosi per i bambini: ecco perché vengono modificati o rimossi. L’associazione ha però spesso avuto atteggiamenti ostili verso le persone LGBT.

5 anime giapponesi censurati in Italia: Pucci e altri personaggi

I cartoni animati giapponesi, così come quelli di altre nazioni, sono sottoposti a censura in Italia. Ma perché? Quali sono le 5 anime giapponesi censurate? Tra gli anime giapponesi maggiormente censurati ricordiamo:

  • Sailor Moon
  • Dragon Ball
  • Lady Oscar
  • Ranma 1/2
  • Berserk
  • Pucci

cartoni animati censurati