Il Coming Out Ignorato delle persone Non Med e Non Binary (evento Milano Pride Week)

La cittadinanza d’esistenza per le soggettività che non esistono nell’immaginario collettivo

Video su Youtube

 

Non tutti i percorsi transgender sono canonici.

Ci sono persone transgender:

– che non desiderano la medicalizzazione del corpo.
– di identità “non binary” (indipendentemente dal desiderare cambiamenti medicalizzati, o dall’averli fatti)
– che desiderano solo alcune modifiche e non altre (microdosing, solo alcuni interventi)
– che rifiutano la “certificazione esterna”, psichiatrizzante, della propria condizione transgender/non binary
– che si rifiutano di inseguire modelli estetici conformi dettati dal “passing”: la cisnormatività e il cis-mimetismo.

Non ci sono molti precedenti, queste soggettività non esistono nell’immaginario collettivo, e i coming out, quando fatti, vengono derisi o ignorati.
Progetto Genderqueer propone un evento di riflessione su questo tema, nato dall’autocoscienza fatta tramite il suo gruppo di riflessione, di persone non med e non binary.

Gli interventi saranno seguiti da un piccolo dibattito.

Domenica 27 giugno, ore 19.00- Online (tutte le istruzioni per partecipare al link dell’evento)

Interverranno:

Nathan Bonnì, fondatore del Progetto Genderqueer
Zen Bertagna, Acet, gruppo di autocoscienza Progetto Genderqueer
Nicholas Barbieri, Acet
Aleister Lupano, Circolo Rizzo Lari, gruppo di autocoscienza Progetto Genderqueer
Tristan Guida, Acet

Alla regia: Lisa Cerrone, partecipante del gruppo di autocoscienza Progetto Genderqueer
Grafica e pubblicità: Gi Mazzocchi Palmieri, Il Simposio, partecipante del gruppo di autocoscienza Progetto Genderqueer

Realtà promotrici:

Progetto Genderqueer, Il Simposio, periodico LGBT

Aderiscono anche:

Circolo Rizzo Lari, ACET

Qui l’evento meet per la diretta

Link pride week

evento facebook